.
  a.s.u.c. dercolo    

Malga Loverdina

loverdina 2 021

La malga di proprietà dell'Amministrazione separata di Dercolo, si trova all'interno del Parco Naturale Adamello-Brenta, a 1768 mt s.l.m.
E' disponibile per il pernottamento anche per privati e gruppi in vari periodi dell'anno su prenotazione.

Scopri di più

Cerca nel sito

Biotopo La Rocchetta

acque ritrovate

Nella parte bassa del nostro territorio, è presente uno dei principali biotopi del Trentino, chiamato "La Rocchetta", gestito direttamente dall Provincia Autonoma di Trento.

Dalla stazione di Crescino della FTM, parte un interessante percorso didattico al suo interno "le Acque Ritrovate", adatto a famiglie e scolaresche.

Approfondisci

Visite oggi11
Totali21279
Dimensione testo:

L'Asuc di Dercolo copre il territorio amministrativo del Comune di Campodenno per quanto riguarda gli abitati di Dercolo e Cressino. Riportiamo di seguito alcuni cenni descrittivi che caratterizzano queste due frazioni:

 

DERCOLO

 

foto dercoloLa frazione di Dercolo sorge su di un dosso proprio di fronte a Castel Belasi. Se il paese compare nei documenti solo a partire dal 1339, sembra poter vantare origini molto più antiche. Il toponimo stesso, nella sua primitiva forma Erculo, potrebbe forse farsi ricondurre a Hercules-Ercole (Hercules - Erculo - De Erculo - Dercolo), divinità greco-romana il cui culto sembra avesse diffusione particolare in valle di Non come testimoniato da diversi ritrovamenti e testimonianze (Cles, Sanzeno, Mechel); Ercole potrebbe essere stata la prima divinità italica ad essere venerata da popolazioni retiche, con un culto che copre n vasto intervallo di tempo, dal IV a.C. fino a tutto il III d.C.

E' comunque testimoniata una frequentazione del luogo già nella prima e nella seconda età del Ferro: proprio a Dercolo, nel 1883, venne ritrovato un importante "ripostiglio" deposto probabilmente nella seconda metà del V secolo o attorno al 400 a.C. (deposito di un metallurgo o interrato a scopo rituale). Si tratta di una situla in bronzo che conteneva ben 78 fibule, oltre a pendagli, bottoni, fibbie, verghette in bronzo, un piccolo rasoio, una perla in pasta vitrea e due monili zoomorfi con iscrizioni in caratteri retici di Sanzeno; oggi gran parte di questi oggetti sono conservati presso il Ferdinandeum di Innsbruck.

 

In posizione isolata sorge la Chiesa dedicata a Santo Stefano, patrono del paese; la chiesa, citata nei documenti a partire dal 1479, deve il suo attuale aspetto alla ricostruzione tardo cinquecentesca, come testimonia la data incisa su di un pilastro nei pressi dell'arco santo (1560).

Oggi Dercolo, che presenta un insediamento piuttosto compatto attorno alla piazza principale, conta all'incirca 160 abitanti.      

 

 

 

 

 

 

 

Chiesa di Dercolo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CRESSINO

 

 

8-Cressino Il piccolo abitato di Cressino (o Crescino) sorge nei pressi della confluenza tra il Lovernatico e il Noce, lungo la S.P. 43. Sembra che il nome dell'abitato derivi da una fucina, di proprietà dei Conti Khuen-Belasi, che sorgeva sul Lovernatico: tale fucina, demolita nel 1960, nel corso del XV secolo era condotta da una famiglia di origine bresciana, i Cressini (probabile riduzione di Crescimbenus, "cresci bene"). Al volere dei castellani si deve anche il grande Maso - probabilmente sorto per la gestione delle proprietà fondiarie -, ancora esistente e oggi Casa Emanuelli. A monte, alla confluenza tra il Rio Belasio e il Lovernatico, sorgeva anche un mulino, oggi adattato ad abitazione (Maso Cova) (tratto e adattato da M. Turrini, Il Castello e le Regole, Cles 2009). L'attuale toponomastica del paese ne ricorda la storia: le due vie principali sono infatti Via del Maso e Via ai Molini.

Solo nel corso dell'Ottocento si sviluppò un vero e proprio centro abitato; nel dopoguerra però, come confermato da foto d'epoca, numerose abitazioni vennero demolite per fare posto al lago artificiale della Rocchetta (oggi non più esistente, ma che occupava gran parte dell'attuale Biotopo). Ad oggi il paese conta una quarantina di abitanti, le cui case sorgono tutte sulla destra Noce attorno alla Chiesetta.        

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Stazione-di-Cressino

Ultime notizie

Comunicazione indirizzi e-mail e codice di fatturazione elettronica Di seguito, gli indirizzi e-mail dell'ASUC di...
Malga Loverdina tra agosto e dicembre Un bel confronto della Malga Loverdina, tra agosto e dicembre 2013!   
Lo statuto dell'ASUC di Dercolo Lo Statuto dell'ASUC è uno dei pilastri dell'organizzazione stessa dell'Ente, accanto al Regio...
Il Comitato ASUC di Dercolo: attuali membri   Ai sensi della L.P. 14 giugno 2005 n.6 e dell'articolo 3 dello Statuto dell'Asuc di...
NUOVO SITO INTERNET E' finalmente attivo il nuovo sito internet dell'ASUC di Dercolo (www.asucdercolo.it)!...
FESTA DEGLI ALBERI 2016 Nella giornata del primo giugno 2016 l'ASUC di Dercolo ha ospitato la tradizionale festa...

Le frazioni

foto dercolo

Abitanti

Dercolo : 155
Cressino : 40

 

Altitudine slm:

Dercolo: 405 mt
Cressino : 269 mt

 

Frazioni del Comune di Campodenno